Monte Madonnino

Dopo una lunga pausa dovuta sia a impegni istituzionali, spirituali e lavorativi, sia a semplice sonno/non voglia, io e Luca decidiamo di inaugurare la stagione “dei canali” con una uscita in quel di Gromo, con destinazione Monte Madonnino.Partiamo dalla Ripa al cospetto di un’alba spettacolare sul Redorta.

20170103_080516_hdr

Seguiamo il sentiero 233 prendendo quota prima nel bosco, poi su pascolo. In un’ora e mezza circa ci troviamo alla grande piana del Cardeto, dove i laghetti, le moie e i torrenti sono tutti ghiacciati e il vento fresco ci dà una sveglia. Ci fermiamo qualche minuto alla baita di Cardeto e, dopo una breve salita, mettiamo i ramponi per risalire senza problemi il pendio innevato che conduce al passo Portula (2273 m). A nord del passo c’è molta più neve e discendiamo per qualche minuto per poter indirizzarci verso il versante norddel Madonnino, dove si trova un canale che permette di accedere alla vetta.

20170103_113105_hdr

Armati di ramponi ed aiutandoci con la picca, risaliamo il canalino che verso la cima si stringe e diventa piuttosto ripido. Qualche brivido quando, arrivati quasi alla fine, ci chiediamo: ma siamo finiti su una cornice di neve? non c’è niente qua, non è che è il canalino sbagliato? Fatti due passi avanti su questa fantomatica cornice ci accorgiamo che sulla sinistra la cresta finale è ampia e pulita e, con un minuto di cammino, raggiungiamo la cima (2502 m).

20170103_120252_hdr

Tempo di uno spuntino e di qualche foto e ripartiamo, proseguendo sempre lungo la cresta. Analizziamo i possibili percorsi di discesa e decidiamo di scendere verso sinistra, in un altro canalino, meno scosceso e più ampio di quello appena risalito. In fondo a questo canalino ci ritroviamo sulle tracce lasciate all’andata. Le ripercorriamo a ritroso ripassando ancora per il Portula ed il nevaio del versante sud. Togliamo i ramponi e mettiamo via la picca appena superata la quota neve e, sulla via del ritorno, allarghiamo un po’ il percorso passando per i 3 laghi di Cardeto. Al lago basso Luca ritira il Trofeo Cardeto e maglietta termica nera come premio.

20170103_141951_hdr

Ci ricongiungiamo sul sentiero 233 fatto all’andata e ritorniamo alla macchina.

Traccia

Vista dei due canali dal rifugio Calvi. In rosso la traccia di salita (50 gradi in uscita) e in verde la traccia di discesa (max 50 gradi).
Vista dei due canali dal rifugio Calvi. In rosso la traccia di salita (50 gradi in uscita) e in verde la traccia di discesa (max 50 gradi).

Tempi: Ripa-Piana Cardeto 1h30; Piana Cardeto-Passo Portula 1h30; Passo Portula-canalino salita 30min; canalino-vetta 30min; vetta-Passo Portula 40min; Passo Portula-Ripa 2h30.