Archivi tag: normale

TREKKING 2016, MARMOLADA

“Prosegui per altri 40 km sulla strada Dolomites delle Dolomiti”.        E’ Giovedì 18 Agosto e ben 31 giovani amanti delle montagne sono in viaggio per il grande appuntamento di quest’estate, il trekking della Marmolada. Parcheggio strategico del mitico Defender di Angelo al Lago Fedaia (con adesivo), e poi grande stridore di freni fino a Malga Ciapela. Da qui tappa relativamente corta, 2 orette per risalire sul fianco dell’ampia Val De Ombreta, e così il nostro ingegner Lucone, ora volontario in Comelit spera: “Oggi é il grande giorno, oggi non sudo!”, RIDAJE    8.Paesaggio dal passo ombretta(Non Ombrettola)

L’attrezzatura da ghiacciaio e ferrata, nonchè i piumini e i maglioni di lana per affrontare il presunto zero termico di Enri, però fanno salire alcuni di noi con un solo pensiero in testa: sbolognare le corde  vincendo a briscola. Sarà per questo che Béta imposta un gran passo al plotone e ben presto si raggiunge il Rifugio O Falier (2074 mt). Piedi ammollo nella fontana, briscola chiamata e birra, mista per i più sportivi, bionda per i conservatori e weiss per gli international. Il rifugio O Falier ci mette a disposizione un mega camerone, comprendente anche un privè, il soppalco con finestrella a vista Marmolada, “conquistato” dai due giovani scalmanati Stefano e Nico con anesso Simone, per controllare  che non gli mettano il chiodo da ferrata (2 kg di ruggine) nello zaino. Lo faranno, INARRESTABILI.

Continue reading TREKKING 2016, MARMOLADA

Sentiero delle Orobie Orientali

Premessa: L’obiettivo di questo articolo non è quello di scrivere una guida completa e tecnica del giro delle Orobie Orientali, ma è solo quello di ricordare questi giorni emozionanti e di consigliare/ illustrare con commenti e foto personali questo fantastico sentiero. Pertanto tempi, difficoltà e “impressioni” sono solamente indicativi e variano logicamente da persona a persona.

Sono passa ti quasi 3 anni da quando abbiamo percorso il sentiero delle Orobie orientali in occasione del tradizionale trekking che il CAI di Clusone organizza ogni anno.
Per me (Luca), Dario e Marco era il primo trekking che affrontavamo e possiamo dire che questo è stato il primo giro del gruppo “Sbombate”.
Gli altri due  sbombati erano ancora dei semi sconosciuti: Fabio era appeso con della corda su qualche crap, mentre Simone era in giro da qualche parte per il mondo… Continue reading Sentiero delle Orobie Orientali

Pizzo del Diavolo della Malgina

Data: 31-07-2013

Mappa sentieri:

Diavolo della Malgina

Tempi e sentieri:
-consoli-incrociosentiero lago malgina :40 minuti (è circa a tre quarti del sentiero per andare al barbellino)
-incrocio lago malgina-lago malgina : 30 minuti
-lago malgina- lago malgina superiore (lago a forma di cuore) : 20 minuti ( il sentiero lo si prende appena prima del lago e va verso
la sponda sinistra del lago della malgina)
-lago malgina superiore-cima diavolo : 1 ora e mezza con calma
dscesa al lago della malgina : 1 ora e mezza
-lago malgina- lago gelt : 20 minuti tirati
-lago gelt-passo caronella : 1 ora
-passo caronella- rifugio barbellino 1 ora e mezza
-rif- barbellino-consoli : 45 minuti

Stato fisico: allenati

Dislivello totale: –

Note:
-giro fantastico da rifare
-si puo andare anche solo al lago della malgina superiore che ne vale la pena; si trova in una conca stupenda
-si puo fare anche il giro lago malgina (basso)-lago gelt-passo caronella-barbellino che è fantastico! facendo molta attenzione alla neve che resiste fino  a tarda stagione
-la salita alla cima non è particolarmente pericolosa, bisogna andare più tardi possibile per evitare fare degli attraversamenti pericolosi nella neve inoltre nella salita nel canalino bisogna stare attenti a non andare fino in cima (al canalino) ma dopo circa 30 metri di salita svoltare a sinistra e proseguire verso la cima leggermente in cresta
– per andare al passo caronella abbiamo incontrato molta neve (inverno molto nevoso), è preferibile anche qui andare a tarda stagione, il tratto finale per andare al passo è molto ripido, la discesa dall’altra parte è bellina